Abbattimento barriere architettoniche

CesConsumatori assiste il disabile sul tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche. In questi anni siamo intervenuti per diffidare molti comuni che non avevano adottato i PEBA (Piano eliminazione Barriere Architettoniche) o per obbligarli ad eliminare una determinata barriere ed inoltre abbiamo assistito legalmente coloro che avevano situazioni limitative in ambito privato (es. rimozione barriere in Condominio). 

Per essere ancora più incisivi nella nostra battaglia abbiamo lanciato il progetto “No Barriere” che per il triennio 2020-2023 interesserà la Regione Basilicata e la Regione Calabria, in quanto tutti i fondi incassati per questo progetto saranno destinati allo svolgimento della nostra attività nei vari comuni della regione. 

Una donazione libera ci permetterà di lavorare senza nessun costo per l’utente. 

Come saranno utilizzati i fondi?

1) Innanzitutto sarà attivato un numero verde unico regionale e un app per segnalare eventuali barriere.

2) Una volta ricevuta la segnalazione, grazie ai fondi ricevuti, interverranno i nostri legali che chiederanno all’organo competente di rimuovere la barriere ed eventualmente seguirà diffida e azione legale.

3) Per sensibilizzare i cittadini con iniziative pubbliche, banchetti, raccolta firme ecc.

4) Per sostenere le spese dei tecnici dell’associazione che redigeranno dei progetti da sottoporre agli Organi competenti (es. Comuni), con i quali si illustreranno le modalità di rimozione delle barriere. 

5) Per “adottare” una barriera. Si tratta di un progetto già sperimentato con successo in altre regioni. In pratica, dove possibile ed in accordo con le amministrazioni locali, interverremo direttamente, facendoci carico dei costi per abbattere la barriera.